IX CAPITOLO: GERTRUDE

Prima di iniziare a raccontare il nono capitolo dei Promessi sposi ,vorrei premettere che questo è uno di quelli più approfonditi in assoluto, anche grazie alla descrizione di un personaggio che ci accompagnerà per molto tempo. Manzoni inizia la seconda parte del romanzo con l’arrivo di Lucia,Renzo e Agnese all’altra riva . Lì il giovane offre al barcaiolo qualche moneta per ripagarlo del viaggio ma quello li rifiuta,    come se si sentisse un ladro.                                                                                                                                                  Oserei dire che questo è un atteggiamento molto strano per quell’epoca,data la crisi economica.                     I tre ,turbati dai loro pensieri, si dirigono dal cocchiere che li porta all’osteria . Anche questo non accetta nulla e corre a calmare i suoi cavalli. I due ragazzi allora,su consiglio di Fra Cristoforo , si separano, cercando di reprimere le lacrime senza successo.                                                                                                           Agnese e Lucia ,ormai sole ,vengono condotte dallo stesso cocchiere al monastero,da dove ,dopo aver dato la lettera  di Fra Cristoforo al padre guardiano , vengono accompagnate al convento. Durante la camminata, il barocciaio parla alle due donne di Gertrude , una monaca che sembra  provenire dalla cosiddetta costola d’Adamo ,cioè da una famiglia nobile molto antica.                                                                                                        Arrivate lì ,superano due cortili  e entrano in una stanza seguite dal padre guardiano. Vicino ad una finestra appare l’immagine di una donna con una postura ritta.  E’ Gertrude .                                                         Qui Manzoni si sofferma a lungo sulla descrizione  fisica della giovane .                                                     ... Gertrude dei Promessi Sposi , analizzato tra verità storica e
 La sua è una di quelle bellezze prosciugate e sfiorite, forse dai pensieri e dalle preoccupazioni , il suo viso è circondato da un velo nero e la sua fronte da una benda bianca  dalla quale esce un ciuffo di capelli neri , segno o di disprezzo o di dimenticanza delle regole. I suoi occhi scuri esprimono ira,pietà e mistero , a seconda dei casi. Manzoni inoltre ci informa che il suo portamento a volte viene interrotto da movimenti troppo bruschi perfino per una donna.                                                                                                                              In quella stanza,la monaca viene a conoscenza della storia della giovane Lucia sia per mezzo del padre guardiano sia di Agnese, che viene interrotta bruscamente per la sua intromissione non richiesta. Gertrude allora decide di far uscire tutti dalla camera per poter parlare da sola con la giovane.                                            L’autore ,invece di informarci della loro discussione,  ci racconta la vita di Gertrude.                                       Ci comunica che il suo destino era stato deciso sin da quando  si trovava nel grembo della madre.                    Essendo l’ultima figlia,era destinata a vivere in convento, privata quindi di ogni ricchezza. Suo padre , ma anche gli altri familiari, le regalavano giocattoli rappresentanti monache vestite di bianco e altri oggetti simili. Quando compì 6 anni, fu portata in convento dove,per certi versi,si sentiva superiore alle altre per la famiglia da cui proveniva; ma tutto ciò iniziò a cambiare poco tempo dopo. Infatti,crescendo,durante la pubertà, periodo molto complicato secondo Manzoni, fu lei stessa ad essere invidiosa delle altre compagne che pensavano già al loro matrimonio.                                                                                                                               In quell’epoca per poter diventare monaca bisognava farsi interrogare, per così dire, da un ecclesiastico che verificava se si era disposti ad andare in convento per propria volontà oppure no. Così Gertrude  mandò una lettera per chiedere un incontro, spinta da tutte le sue compagne. Trascorrendo del tempo lì venne a conoscenza della possibilità di vivere un mese lontana con la sua famiglia e ciò la rendeva più felice che mai. Frastornata da tutte queste emozioni, decise di scrivere una lettera al padre, riferendogli di voler vivere come la maggior parte delle ragazze della sua età.                                                                                             Pochi giorno dopo fu lasciata andare e tornò a casa dalla sua famiglia. Trovò un ambiente diverso da quello che si aspettava. Infatti, i suoi familiari non le parlavano e lei veniva sempre esclusa da ogni argomento .  L’unico suo conforto era un giovane servo molto dolce con lei,a differenza di tutti gli altri. Innamorata per la prima volta nella sua vita,scrisse una lettera al ragazzo, ma sfortunatamente  fu scoperta da una cameriera, la quale riferì tutto al padre. Quest’ultimo, molto deluso dal suo comportamento, la rinchiuse in una stanza  controllata dalla stessa serva. In questo clima di solitudine,la ragazza pensava a lei felice  insieme alla sua famiglia  e ciò la spinse a scrivere una lettera al padre, dichiarando di essere disposta a qualsiasi futuro proposto da lui.                                                                                                                        Finisce così il nono capitolo,lasciandoci  come sempre con la curiosità di sapere di più.            Questo è uno dei capitoli che mi piace di più poichè ,grazie alla descrizione cosi dettagliata della figura di Gertrude,riusciamo a percepire ogni suo sentimento,pur non provandolo fisicamente.
Annunci

Un pensiero riguardo “IX CAPITOLO: GERTRUDE

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...